Strategie di Marketing

Le strategie di Marketing descrivono il modo in cui agire per realizzare tali obiettivi e danno direttive necessarie all’imoego di strumenti tattici

Goal settings:

  • Specific, specifico, chiaro, non vago
  • Measurable, misurabile, se è raggiunto
  • Attainable, realizzabile date risorse e capacità disponibili
  • Relevant, realistico, stimolante, ma realistcamente raggiungibile
  • Time-bound, limiti di tempo entro cui deve essere realizzato

Le strategie di marketing sono descrittive del modo in cui i vari elementi di marketing saranno utilizzati al fine di raggiungere gli obiettivi di marketing

Punti della strategia:

  1. Costruire il mercato o sottrarre quote di mercato: per costruire il proprio mercato ed erodere le quote, sono molto utili le info di analisi del settore e il ciclo di vita del prodotto, e per valutare ogni decisione presa. Se il tuo prodotto è nuovo, hai concorrenza limitata e potenzialmente molti clienti, ti converrà costruire il mercato in due fasi:
    A) sviluppare i bisogni del prodotto
    B) convincere il mercato-obiettivo ad acquistare la nostra marca.
  2. Scegli: mercati nazionali, regionali, locali:
    chiediti se un piano di marketing uniforme abbia la stessa efficacia di una somma di più piani marketing integrati?
    Locale richiede più sfori ma restituisce risultati di eccellenza.
  3. Stagionalità:
    individue una motivazione relativa al periodo più adatto dell’anno per lanciare pubblicità o promozioni, soprattutto se possiedi un budget limitato. Concentrati nei periodi di maggiore vendita.
  4. Strategie di spesa:
    scegli prima di tutto la destinazione dei fondi per sviluppare nuovi prodotti, per incrementare le vendite o rilanciare un prodotto. Ricorda che non sostenere i punti di forza del tuo brand è rischioso nel medio-lungo termine.
  5. Concorrenza:
    un’analisi di settore determina se il tuo concorrente sottrae quote oppure se un nuovo concorrente sta entrando nel mercato.
  6. Mercato Obiettivo

  7. Prodotto
    puoi ad esempio ampliare la tua linea di prodotti, migliorarla o sopprimere un prodotto. Pensa a vendite incrociate, prmo e sconti. Massimizza il prodotto che ha più forte vendita.
  8. Marca:
    puoi introdurre un nuovo prodotto oppure estendere la linea, puoi scegliere per il tuo prodotto un nome indipendente dal brand aziendale oppure un nome collegato alla famiglia già esistente. Il nome può essere rivolto a clienti effettivi o nuovi, o ancora può essere scelto a seconda del canale, ad esempio con un nuovo nome se decidi di entrare nei discount.
  9. Packaging;
    valuta sempre bene la funzione del packaging, se ad esempio svolge adeguatamente la funzione di conservazione o protezione del prodotto; o se fornisce valore aggiunto e si distingue qualitativamente dalla concorrenza, si fa notare sullo scaffale e comunica effettivamente il messaggio del prodotto.
  10. Determinazione del prezzo:
    per le strategie di prezzo è necessario concordare se lanciare il prodotto ad un prezzo più alto e più basso rispetto alla concorrenza. Ad esempio, i prezzi saranno i medesimi in tutto il paese o variano a seconda del mercato e del territorio?
  11. Distribuzione/penetrazione/copertura:
    se stiamo commercializzando beni di consumo o industriali, in quali aree del paese bisogna concentrare gli sforzi di distribuzione, quali canali o punti vendita utilizzare? E’ necessario aprire nuovi punti vendita?
  12. Servizio/vendita personale:
    l’obiettivo è creare un legame tra le dinamiche di acquisto e le strategie di marketing. E’ necessario valutare se incentivare e come le vendite; gli obiettivi del fatturato;
    l’incremento del contatti; nuovi metodi di vendita. La cosa più importante è fissare degli standard di servizio, ad esempio il massimo numero di giorni per evadere un ordine.
  13. Promozione/eventi:
    le azioni promozionali mirano a soddisfare esigenze specifiche. Definisci l’area in cui concentrare una promozione, incoraggerai così, ad esempio, all’acquisto multiplo tramite promo, per incrementare il numero di unità vendute.
  14. Messaggio pubblicitario:
    stabilisci prima di tutto il destinatario del tuo messaggio. Crea un piano media con budget diversi a seconda dell’area geografica e del mercato.
  15. Strategie di merchandising:
    attenzione ad esempio, all’esposizione del prodotto sugli scaffali.
  16. strategie di RP:
    esistono opportunità che la marca può sfruttare? Ad esempio il Cause Related Marketinginiziative collegate a programmi pubblicitari e promozionali, con la scelta di co-sponsor adatti a generare una ricaduta di immagine positiva verso un evento o prodotto stesso.
  17. Ricerche di test e marketing
    Si potrebbe sviluppare una strategia di ricerca che risolva un problema specifico all’incremento di vendite; oppure riguardo al grado di notiretà del prodotto.
    Questi test aiutano a scartare idee non funzionanti evitando costosi investimenti e permettendo di acquisire posizione di vantaggio sulla concorrenza.

 

Formulare strategie di marketing

E’ indispensabile per riesaminare problemi e opportunità, prendere nota delle proprie idee su come risolvere il problema o trarre vantaggio da nuove opportunità, cercando di essere creativi e individuando soluzioni multiple per ogni problema.

Formulare strategie di marketing è indispensabile per riesaminare il mercato-obiettivo e i vari obiettivi di marketing che ci siamo preposti

E’ indispensabile riguardo le strategie di posizionamento, qual ì l’immagine del prodotto che si vuol far percepire al consumatore e rispetto alla concorrenza.

Nel prossimo articolo approfondiremo il tema degli Obiettivi di comunicazione.

 

 

 

Cerchi un partner che ti affianchi nel mondo del web?

Raccontaci il tuo progetto o scrivici per maggiori informazioni.

Telefono

Privacy policy